Alberto si è Laureato!

Con immenso orgoglio celebriamo la laurea in Scienze Sociali di Alberto Vanegas. Alberto è stato un quincho, è entrato nel progetto quando era un ragazzo, è diventato promotore giovanile, educatore della Finca, e oggi Dottore in Scienze Sociali. Sono le storie come quella di Alberto che ci spingono ad andare avanti, sono i momenti come questi che ci caricano di energia per il futuro. Alberto, ti auguriamo che la vita ti sorrida sempre come oggi, siamo fieri di te!

Continua

Zelinda e Miguel in visita in Italia

Zelinda e i comitati italiani hanno deciso quest'anno di premiare Miguel e portarlo in Italia. Miguel, dopo essere stato un quincho, ora lavora come educatore e si sta per iscrivere al 3°anno di Architettura. Durante la permanenza in Italia non sono mancati gli eventi in cui Miguel ha potuto condividere la sua storia e raccontare come lavora il progetto. Hanno girato l'Italia per visitare i vari comitati, permettendo a Miguel di visitare tante città italiane. Miguel non era mai uscito da Nicaragua e per lui, studente di architettura, l'Italia era sempre stata un sogno lontano.

Continua

Il calcio come strumento educativo

Il calcio è uno degli strumenti educativi che riescono a coinvolgere in maniera più forte i nostri bambini. Anche quest'anno abbiamo partecipato con più squadre al campionato, ottenendo ottimi risultati! I bamini e le bambine dei Quinchos si impegnano sempre con costanza, e il campionato rappresenta anche un momento di socialità importantissimo.

Continua

La banda musicale de Los Quinchos a la Laguna de Perlas

Anche quest'anno i nostri bambini sono stati invitati alla Laguna de Perlas ad esibirsi con la banda . I gruppi invitati erano tantissimi e la nostra banda ha avuto l'onore di essere una delle prime a sfilare. I riconoscimenti avuti da pubblico ed organizzatori hanno riempito di gioia i nostri ragazzi! La banda è una delle attività più apprezzate ed importanti, senza tralasciare che è educativa e divertente e i bambini partecipano sempre con molto entusiasmo.

Continua

Ci siamo fermati a guardare le stelle

Avevo visto los niños de la calle in Messico, Guatemala, paesi dove il problema c’era già da anni. In Nicaragua invece praticamente non esisteva. Il governo sandinista garantiva l’educazione, la sanità e la canasta basica, cioè il minimo alimentare. I pochi bambini che si vedevano nelle strade erano quasi tutti orfani di guerra. Quindi non sono stata colpita dai bambini ma da quei tre bambini. Erano molto piccoli e dormivano in un cerchione di camion. Non erano diversi dagli altri bambini, non ho parlato con loro, non è successo niente. Non so perché proprio quei tre hanno fatto scattare la

Continua

Il popolo della discarica: la Chureca

Circa 1500 persone giungono ogni giorno alla discarica ’la Chureca’ di Managua, Nicaragua, presso il barrio di Acahualinca, sulle rive del grande lago Nicaragua, e dalla raccolta e vendita di rifiuti traggono pochi denari per sopravvivere. Il 53% di ha meno di 18 anni. Raccolgono plastica, vetro, carta, alluminio e metalli vari. Nei giorni ’buoni’ si raccoglie un quintale di plastica, un quintale di vetro, dieci libbre di alluminio. Intere famiglie lavorano dalle sei del mattino per tutta la giornata in questo inferno, al riparo dal sole o dalla pioggia sotto una scatola di cartone o all’ombra del carro ’di

Continua